Riserva naturale Oasi del Simeto

Il confine tra le provincie di Catania e Siracusa ospita i 2000 ettari della riserva naturale situata sulla foce del fiume Simeto, nella Piana di Catania. La sua istituzione è datata 1984, la sua gestione, oggi, riguarda la provincia regionale di Catania. L’area della Riserva comprende, oltre il tratto di costa che dà sul Mar Ionio, anche la zona della foce del fiume Gornalunga.

La Riserva rappresenta un’area umida ideale per le molte specie di uccelli sia stanziali che migratori. Purtroppo, però, la sua estensione è stata notevolmente ridotta causa la presenza nel secondo dopoguerra della malaria che ha causato un drenaggio e un prosciugamento della maggior parte del territorio, comportando un allontanamento della maggior parte dei volatili. Oggi, tra gli uccelli migratori, possiamo ritrovare l’airone rosso, l’oca selvatica, il piviere dorato ecc..; in inverno, invece, il clima e l’ambiente sono ideali per le folaghe, i cormorani e diverse specie di falco.

In chiave paesaggistica, tra le dune sabbiose, crescono numerose piante e canne di palude, cespugli di tamerici e salicornieti, giunchi, gigli e fiordalisi. Nella parte settentrionale si trovano alcuni stagni di acqua salmastra che prendono il nome di “salatelle”. Lungo le sponde sabbiose dell’oasi crescono, inoltre, numerosi salici e, soprattutto, il limonio comune. Nella parte destra del fiume, invece, notevole la presenza di boschi di pini e eucalipti in corrispondenza del lago di Gornalunga.

Numerosi sono gli uccelli, come aironi, pittime, mignattai, che, durante la migrazione, sostano alla foce. Altrettanto numerosi sono gli uccelli stanziali. Nelle zone palustri sono molto comuni la gallinella d’acqua e la folaga; invece, tra la vegetazione nidificano la calandrella, l’usignolo, il beccamoschino; nelle zone aperte e nei pascoli sono presenti la calandra, la cappellaccia, l’occhiocotto e lo strillozzo; nei cespugli si trova il merlo; gli unici rapaci, nidificanti, sono il gheppio e il barbagianni.

Oltre che dagli uccelli, il patrimonio faunistico della riserva è rappresentato da: tartarughe d’acqua dolce, serpenti di grosse dimensioni, insettivolpidonnolelepri e conigli selvatici.

oasidelsimeto1

Gestore Oasi del Simeto: Provincia Regionale di Catania
Centro visite e uffici Oasi del Simeto: Via Perugia, 10 95100 Catania
Tel. 095-4012485 Fax: 095-4012816


Visualizzazione ingrandita della mappa