Riserva naturale orientata Monte Capodarso e Valle dell’Imera Meridionale

Nel cuore della Sicilia, tra le province di Enna e Caltanissetta, nei comuni di Caltanissetta, Enna e Pietraperzia, si estende una tra le aree naturalistiche più belle di tutta l’isola. Nel 1999, grazie all’ente Italia Nostra, è stata istituita la riserva con la finalità di proteggere e salvaguardare il territorio. L’area della riserva, di circa 1.400 ettari, si trova lungo il corso del fiume Imera meridionale tra le falde del Monte Capodarso e del Monte Sabucina. All’interno della Riserva oltre alle gole di Capodarso, tra i più belli ambienti naturali siciliani, è presente la Grotta delle Meraviglie con le proprie cavità inesplorate.
All’interno della flora predomina la steppa rispetto ai boschi presenti in origine; intorno ai corsi d’acqua è presente una vegetazione tipica dei pantani salmastri costieri; invece negli ambienti rupestri ritroviamo l’atamanta siciliana, la silene fruticosa e la borracina. Infine tra specie esclusivamente siciliane il malvone d’Agrigento, il cavolo villoso, l’ofride palermitana e altre.
Per quanto riguarda la fauna numerose le specie di uccelli che sostano durante le migrazioni primaverili e autunnali; l’airone cinerino, il codone, la folaga, l’albanella reale sono solo alcuni esempi di uccelli acquatici. L’avifauna è anche presente tra gli uccelli stanziali: tra gli altri ricordiamo il cavaliere d’Italia, l’occhione, il germano reale, il falco di palude e la cannaiola. Tra i mammiferi sono presenti il gatto selvatico, l’istrice, il riccio, la donnola, il coniglio selvatico e la volpe. Tra i rettili il saettone e la tartaruga palustre siciliana.

MonteCapodarso