Riserva naturale orientata Monte Conca

Nel territorio di Campofranco, piccolo paese della provincia di Caltanissetta fondato nel 1500, si trova la riserva naturale regionale orientata, instituita nel 1995. La nascita della riserva si deve al tentativo di salvaguardare due grandi cavità gessose (l’Inghiottoio e la Risorgenza) del Monte Conca oltre che il limitrofo fiume Gallo. La Riserva è gestita dal CAI (Club Alpino Italiano) e presenta notevole importanza oltre che dal punto di vista naturalistico anche da quello archeologico; difatti, accanto a resti risalenti al periodo neolitico e a fortezze di chiara origine medioevale, troviamo due esempi di grotte carsiche umide: l’Inghiottoio che presenta uno sviluppo di circa 520 metri e un dislivello di 108 e la Risorgenza, una cavità che garantisce acqua perenne al vicino fiume Gallo.
Sono presenti numerose zone coltivate con cereali, mandorle, ulivi, vigne e frutti; nella zona vicina al lago nascono invece salici, pioppi neri e cannucce di palude. Numerose, inoltre, le orchidee presenti così come lecci, frassini e roverelle.
All’interno della Riserva vige il divieto assoluto di caccia, di conseguenza è possibile incontrare volpi, ricci, istrici, lepri, conigli e gatti selvatici. Tra gli uccelli rapaci: il gheppio, il falco pellegrino e la poiana; tra quelli acquatici l’airone cinerino, il cavaliere d’Italia e la gallinella d’acqua; infine tra gli anfibi (nelle aree più umide e paludose) rane verdi e rospi.

cfranco6