Seleziona una pagina

La suggestione e le emozioni che sono in grado di procurare i miti e le leggende legate all’isola siciliana sono davvero elevate. Grazie alle diverse dominazioni che si sono susseguite nel corso della storia, la Sicilia può vantare molti miti, molte leggende sia sacre che profane legate alla tradizione greca, alla religione e alle credenza popolari.

Cariddi

Originariamente Cariddi era una ninfa, famosa per la sua avidità e le sue rapine; un giorno, dopo aver rubato all’eroe Eracle i buoi del gigante Gerione, venne fulminata da Zeus, gettata in mare e trasformata in un mostro capace di creare un vortice, con le acque dello Stretto di Messina, che inghiottiva tutte le navi che passavano. Il mito la pone di fronte all’altro mostro Scilla in uno dei due lati dello Stretto. Le navi che raggiungevano lo Stretto erano costrette a passare vicino a uno dei due mostri. Sempre la leggenda ci racconta che gli Argonauti guidati da Teti, madre di Achille, riuscirono a oltrepassare lo Stretto senza essere inghiottiti.

Pin It on Pinterest

Share This