Seleziona una pagina

Parlare di prodotto tipico all’interno dell’ambito “culinario” significa considerare un legame con l’area geografica cui esso appartiene; tali legami sono dati da caratteristiche legate al clima, al terreno, all’acqua, al soffiare dei venti ma anche all’abbondanza delle precipitazioni o alle erbe che crescono spontaneamente. Il termine “tipico” fa anche riferimento all’uso di tecniche colturali tradizionali o all’aggiunta di ingredienti soggettivi magari tramandati da padre in figlio o infine da processi di lavorazione trasmessi dagli antenati.
I prodotti tipici cercano di proteggere ciò che di significativo e di unico una località può offrire ma nello stesso tempo essi rappresentano una vera e propria ricchezza economica e culturale che contribuisce allo sviluppo, alla scoperta di molte località che altrimenti sarebbero sconosciute.
Ecco un elenco, suddiviso per generi alimentari, dei prodotti tipici siciliani; la nostra scelta vuole elencare solo i prodotti realmente certificati come prodotti agroalimentari italiani da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

CONDIMENTI

Elioconcentrato

Il classico “strattu” è una salsa di pomodoro concentrata ottenuta con una tecnica particolare, diffusa in diverse provincie. Dopo la bollitura dei pomodori e la restrizione del sugo, la passata viene setacciata e messa nelle “sperlonghe” (piatti e vassoi di maiolica), viene quindi esposta al sole, essiccata in modo naturale e dopo essere stata posta o in vasi di terracotta o in vetro viene aggiunta una foglia di alloro e uno strato di olio; infine messo il tappo essa viene conservata per la consumazione. Per la preparazione è necessario diluire l’elioconcentrato in acqua.

Sale marino naturale

Attraverso l’evaporazione dell’acqua marina all’interno di grandi vasche poste sulla costa (le saline) si ottiene grazie a tre importanti elementi naturali (acqua del mare, sole e vento) il sale marino. Tipico del trapanese, grazie soprattutto alle caratteristiche climatiche, il sale trova l’ambiente ideale per la sua diffusione. La maggiore produzione avviene nel periodo estivo nei mesi di luglio e agosto; la particolarità del sale marino trapanese consiste nella ricchezza di potassio e magnesio mentre, rispetto ad altri, contiene meno cloruro di sodio.

Pin It on Pinterest

Share This