Seleziona una pagina

La suggestione e le emozioni che sono in grado di procurare i miti e le leggende legate all’isola siciliana sono davvero elevate. Grazie alle diverse dominazioni che si sono susseguite nel corso della storia, la Sicilia può vantare molti miti, molte leggende sia sacre che profane legate alla tradizione greca, alla religione e alle credenza popolari.

Il fiume di latte

Una vecchia masseria a Catenanuova (Enna) è la protagonista di questa leggenda; si dice che vi abbiano soggiornato il re Vittorio Amedeo II di Savoia con la regina Anna d’Orleans e il poeta tedesco Goethe. Nel 1714 il proprietario, il cavaliere Ansaldi da Centuripe, avuta notizia dell’arrivo della coppia regale sopra descritta, ordinò ai suoi dipendenti l’ordine di versare nel vicino torrente tutto il latte che quel giorno era stato munto. Giunto il re, volle assaggiare quello che i suoi compagni ritenevano un fiume di latte. Il cavaliere si fece avanti rivelando l’origine di quel fiume e spiegando che era stata una sua idea per convincere i reali a pernottare nella sua masseria. Il re accettò l’invito e alla sua partenza nominò il cavaliere Capitano onorario delle Guardie Reali.

 

Pin It on Pinterest

Share This