Seleziona una pagina

La Cascata del Catafurco

Un’altra meraviglia dei Monti Nebrodi è sicuramente rappresentata dalla Cascata del Catafurco, nel territorio di San Basilio, una frazione del comune di Galati Mamertino. La Cascata, di chiara origine naturale, si forma lungo il corso del torrente San Basilio attraverso un dislivello di circa 30 metri tra le rocce di origine calcarea della zona. Il movimento delle acque ha scavato tra le rocce una cavità chiamata la Marmitta dei Giganti, in cui, nel periodo estivo è anche possibile bagnarsi e, soprattutto, trovare frescura; mentre, in inverno la portata dell’acqua è davvero imponente.

La Cascata è raggiungibile a piedi tramite una mulattiera, un po’ difficoltosa da percorrere, causa i numerosi movimenti franosi che sono tipici della zona già da parecchi secoli.

In particolare: arrivati nella Contrada Molisa ci si trova di fronte un tipico e affascinante villaggio di pastori, ancora presente anche se inutilizzato nonostante il tempo trascorso. È probabile trovarsi davanti cavalli, bovini e altri animali lasciati liberi di pascolare in queste aree naturali. Superato il villaggio e percorsa la mulattiera di cui si parlava in precedenza ci si imbatte in una fontana, con una sorgente di acqua potabile. Continuando tra i sentieri e tra le rocce, anch’esse di era mesozoica, si arriva alla Marmitta dei Giganti; da qui risalendo la sponda del torrente riesce a vedersi un piccolo laghetto, ai cui piedi cadono, da una parete a strapiombo, le acque del torrente.

itinerario Parco dei Nebrodi Cascata del Catafurco

Pin It on Pinterest

Share This