Seleziona una pagina

La suggestione e le emozioni che sono in grado di procurare i miti e le leggende legate all’isola siciliana sono davvero elevate. Grazie alle diverse dominazioni che si sono susseguite nel corso della storia, la Sicilia può vantare molti miti, molte leggende sia sacre che profane legate alla tradizione greca, alla religione e alle credenza popolari.

La nascita della Sicilia

Anche la nascita dell’isola è avvolta nella leggenda e nel mistero. Si dice che tre ninfe vagando per il mare da tre punti diversi abbiano gettato un pugno di terra facendo cadere fiori e frutta. A poco a poco dal mare emerse una terra ricca e profumata. I tre vertici dalle quali le tre ninfe avevano gettato la terra corrispondono a Capo Faro (Peloro – Messina), capo Passero (Pachino – Siracusa) e capo Boeo (Lilibeo – Trapani). Da questi tre vertici venne fuori il nome di Trinacria ovvero come fosse una figura a tre gambe divenuta il simbolo dell’isola.

Il nome Sicilia lo si deve ad una bellissima principessa del Libano alla quale era stato predetto un oracolo; all’età di quindici anni doveva lasciare la sua terra d’origine da sola e su una barchetta altrimenti sarebbe stata divorata da un gatto Mammone. Così all’età di quindici anni venne affidata alle onde su una barchetta con provviste e bevande. Dopo tre mesi di navigazione giunse in una meravigliosa, ricca ma solitaria e deserta spiaggia. Improvvisamente il suo dolore venne mitigato dalla presenza di un giovane che la confortò e le offrì il suo amore. Gli abitanti dell’isola erano morti a causa della peste e la leggenda vuole che fossero proprio loro a ripopolare quella terra. Il nome della donna che l’avrebbe ripopolata avrebbe dato il nome all’isola.

Pin It on Pinterest

Share This