Seleziona una pagina

Passeggiando per Palermo 

COMPAGNIA: COSTA CROCIERE

468x60_bleu
L’escursione prevede la partenza dal molo di Palermo per poi recarsi nel centro storico del capoluogo siciliano. Si partirà dalla visita della Chiesa di Sant’Agostino nel quartiere Capo; la chiesa venne costruita dagli Angioini intorno al 1275 e viene anche conosciuta come chiesa di Santa Rita. Il bellissimo portone laterale risale al 1400; l’interno è costituito da un’unica navata mentre le pareti furono decorate da Giacomo Serpotta che nel corso del 1700 le rivestì con immagini allegoriche e di santi. Nella parte settentrionale della chiesa è presente un chiostro, costruito intorno al 1560 e attribuito a Vincenzo Cagini; in onore di Santa Rita ogni anno si svolge il rito delle rose. Superata la chiesa si procederà per via Maqueda per raggiungere piazza dei Quattro Canti e piazza Pretoria.

PalermoEscPasseggiando
La piazza dei Quattro canti è una piazza a forma ottagonale (chiamata originariamente piazza Vigliena, in omaggio al viceré spagnolo, ma nello stesso tempo Teatro del Sole, in quanto in almeno una delle architetture presenti ogni giorno in base all’orario batte il sole); all’interno di tale piazza è possibile ammirare quattro prospetti architettonici, risalenti al 1600, sormontati da stemmi reali; vi è la presenza di più livelli legati ai diversi ordini architettonici: si passa dal piano inferiore ove sono rappresentate fontane che rimandano agli antichi fiumi di Palermo (Oreto, Kemonia, Pannaria e Papireto), successivamente in stile dorico alle allegorie delle quattro stagioni (Eolo, Venere, Cerere e Bacco), poi in stile ionico alle quattro statue reali (Carlo V, Filippo II, Filippo III e Filippo IV) e infine nell’ordine superiore sono rappresentate le quattro sante palermitane (Agata, Ninfa, Oliva e Cristina).
Piazza della Vittoria presenta una struttura quadrata caratterizzata dalla presenza, all’interno, di un ampio giardino chiamato Villa Bonanno.
Continuando la camminata si arriva alla Cattedrale dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo; la patrona di Palermo, ovvero Santa Rosalia, viene ricordata nella cappella meridionale posta nell’abside minore del transetto destro. La facciata della cattedrale offre ben quattro prospetti: quello principale (l’occidentale) caratterizzato da due archi a sesto acuto che richiamano l’architettura islamica ma nello stesso tempo da una cancellata, una balaustra a colonnine e due torrioni che delimitano lateralmente la facciata; quello settentrionale, nella parte sinistra della cattedrale, caratterizzato dalla presenza della “Loggia dell’Incoronazione” in quanto secondo la tradizione, dopo la loro incoronazione, i sovrani si mostravano ai sudditi affacciandosi da questa loggia; il prospetto orientale, delimitato da due torri che racchiudono la maestosa zona corrispondente al presbiterio e infine il prospetto meridionale con l’ampio portico in stile gotico catalano. Al centro della piazza è presente la statua di Santa Rosalia.
Il tour si conclude con la visita dello storico mercato del Capo famoso per la bellezza e il folclore che lo caratterizza; attraversato il mercato, prima di rientrare al porto, sarà possibile ammirare lo splendido Teatro Massimo, riconosciuto come il più grande edificio teatrale lirico in Italia. L’esterno è caratterizzato da un pronao in stile corinzio elevato su una scalinata, ai lati della quale sono posti due leoni in bronzo con le allegorie della Tragedia e della Lirica; in alto vi è la presenza della cupola. Internamente presenta una sala a ferro di cavallo con cinque ordini di palchi e gallerie; la platea dispone di un soffitto mobile (costituito da pannelli in legno affrescati) mosso da un meccanismo che ne permette l’apertura verso l’alto in modo da garantire all’interno dell’ambiente un sistema di areazione efficace.

Pin It on Pinterest

Share This